Teatroterapia - Associazione Politeama

Vai ai contenuti

Menu principale:

le attività

Progetto 2015-2016

IL CORPO RACCONTA
Programma


Progetto 2015
NUTRIRE L'ANIMA


 

Laboratorio di
teatroterapia

PARIGI - Université
Sorbonne,
rue Lacretelle

5 e 6 febbraio 2015

 

Integral Yoga

Colico - LC
Casa degli Artisti

7 marzo 2015

 

Danza delle 6 donne

Colico - LC
Casa degli Artisti

8 marzo 2015

 

Teatro e natura +
bioenergetica

Colico - LC
Casa degli Artisti

28 e 29 marzo 2015

 

Spettacolo di
Teatro Sociale
"Storie di lago"

Colico - LC

2 maggio 2015 - ore 21
ingresso libero

 

La trattoria delle arti

Colico - LC
Casa degli Artisti

8-10 maggio 2015

 

Spettacolo di  Teatroterapia
"Sopra e sotto il lago"

Dervio - LC

7 giugno 2015 - ore 15
ingresso libero

Progetto 2014
ARTE & BARATTO
Laboratorio mobile

L’iniziativa promuove interventi che utilizzano la cultura come motore di rigenerazione economica e politica del territorio, nel senso letterale di "cosa pubblica", della cittadinanza. Punta quindi sulla coesione sociale attraverso baratti culturali, teatro corporeo ed espressivo, arte pittorica fotografica e musicale, escursioni percettive e antropologia del paesaggio, teatro come terapia, pubblicazioni e altro ancora.
Arte&Baratto è un sistema culturale e turistico sperimentale della durata di due anni che coinvolge diversi Comuni, Province, Regioni, esso nasce dall’incontro dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia con L’Associazione Politeama di Monza e Molino d’Arte di Altamura (BA), in rete con 20 Associazioni onlus, 10 biblioteche, 2 casa editrici, diversi attori istituzionali e accademici, la Federazione Italiana Teatroterapia, che chiamano alla partecipazione attiva le comunità ospitanti.
Arte&Baratto è innanzitutto un esperienza di incontro delle diversità soprattutto in periferie critiche tipo Via Padova a Milano, Aggius in Sardegna, ma anche in situazioni di festa come a Scurcola Marsicana (l’Aquila) e di sagre come a Monza, ad Altamura in Puglia, o la festa dei Popoli a Milano, o in Valtellina.
Arte&Baratto, utilizzando in particolare l’interpretazione e il racconto, vuol creare occasioni di conservazione della memoria e dei saperi che possano  farci capire come bene materiale e bene immateriale, di narrazione scritta, orale e grafica, possano andare di pari passo allo sviluppo della creatività nelle persone e della loro felicità di appartenere a un territorio. Esperienze di teatro sociale  sono già state realizzate in passato con notevole successo ora si tratta di adattarle di volta in volta a un nuovo contesto.
Stiamo tentando di perseguire nuove forme di sostenibilità culturale per capire se la prestazione dell’artista possa essere parzialmente barattata con l’uomo della strada e i suoi saperi come metodo per sanare l’incuria verso il territorio e i rapporti tra cittadino e cittadino. Si tratta di mettersi al servizio del territorio con risorse economiche sullo stesso piano di quelle umane, rinunciando al 20 o 30 % del compenso di prestazione da parte dell’artista in cambio di un arricchimento reciproco. Valore di prestazione professionale e valore-cultura forse si rafforzerebbero a vicenda con vantaggi per soggetti ed enti.
Concretamente si tratta di far incontrare il residente con giovani artisti e teatranti (per lo più  disoccupati ma con un buon grado di formazione) disposti a spendere sul territorio il propri talenti. Essi dovranno saper osservare con sguardo antropologico e lasciarsi assorbire dalle dinamiche degli abitanti. Si tratta di coinvolgere migliaia di persone che partecipano gratuitamente o con un costo sostenibile a incontri, workshop, ricerche, interviste, passeggiate, proiezioni, spettacoli teatrali e musicali, presentazione di libri, atelier di pittura e di riuso del materiale riciclato, nei quali regna l’attenzione alla persona, la semplicità e l’umanità per un maggior benessere fisico e psicologico di tutti.
Arte&Baratto vuol essere un contributo per creare aperture e far ripartire l’economia legata al turismo e all’arte, nel privato e nel pubblico attraverso il "reddito culturale", la coesione sociale, l’intercultura come lavoro di conoscenza e pedagogia reciproca, fra residenti e l’altro che arriva. In un momento storico come questo attuale, in cui sono visibili ovunque i segni di degrado e di indifferenza, gli artisti e gli operatori, interpretano una controtendenza, proponendo il baratto dei saperi come possibilità di una relazione autentica ed emancipatrice, gli abitanti ricambiano con i segni dell’accoglienza e della disponibilità all’incontro.
Riteniamo il capitale umana la risorsa principale per il bene comune nel rispetto della sostenibilità dell’ambiente, per superare la soglia di sopravvivenza alla povertà materiale e spirituale. Coinvolgeremo da subito le istituzioni comunali e regionali, oltre a privati illuminati per un appoggio e un sostegno di speranza.

 

Calendario 2014

 

11° Convegno FIT

Trani - BT
Centro Civico

sabato 22 febbraio 2014
ore 9-13

 

Laboratori di
teatroterapia

Trani - BT
Centro Civico

sabato 22 febbraio 2014
ore 14-18.30

 

12° Convegno FIT

Morengo - BG
Centro Civico

sabato 29 marzo 2014
ore 9-15

 

Laboratorio di
teatroterapia

Morengo - BG
Centro Civico

sabato 29 marzo 2014
ore 15-17

 

Spettacolo teatrale

Colico - LC
Casa degli Artisti

domenica 13 aprile 2014
ore 15

 

Laboratorio e
spettacolo

Milano
Festa di Via Padova

dal 12
al 18 maggio 2014

 

Camminata
consapevole

Bellano - LC e
Colico - LC

sabato 24 maggio e
domenica 25 maggio 2014

 

Laboratorio
"Dalla pittura al teatro"

Piona - LC

dal 1° al 13 agosto 2014

 

Laboratorio di
Teatroterapia

Colico- LC

27-28 dicembre 2014

ARTE&BARATTO
venerdì 13 settembre 2013
Milano, Teatrino Parco Trotter, via G. Giacosa 46
20.45 - 22.45 Incontro presentazione "Antigone oltre i confini"

Antigone oltre i confini.pdf

 

Progetto 2013
LE BUONE PRATICHE - TEATRO COME TERAPIA

Il progetto dell’Associazione Politeama è un percorso che si propone la promozione culturale intesa come fondamentale esperienza individuale e collettiva; alla formazione, alla diffusione e alla valorizzazione dell’ambiente con incontri e  iniziative che vanno dal camminare a piedi all’educazione artistica con allestimento di mostre, dall’educazione paesaggistica con pellegrinaggi ed escursioni sensoriali alla promozione scientifica delle buone pratiche artistiche con convegni e laboratori di teatroterapia e pittura. Workshop e incontri pubblici allestiti in diversi luoghi del territorio regionale e nazionale a partire dalla sede di Colico “La casa degli artisti” in via La Gera 106

CALENDARIO 2013


“ALICE NELL’ACQUA” spettacolo del Teatro della Spontaneità produzione Associazione Politeama - Milano, Teatro del Parco Trotter - I.C. Casa del Sole - venerdì 11 gennaio

SENTIERO DEL VIANDANTE lago di Como, in collaborazione con PassoBarbasso - percorso sensoriale da Bellano a Colico 15 e 16 giugno

10° CONVEGNO NAZIONALE DI TEATROTERAPIA , in collaborazione con la Federazione Italiana Teatroterapia - 22 e 23 giugno -
Milano, Teatro del Parco Trotter

ATELIER DI PITTURA E TEATRO, parco di Monza, domenica 23 giugno, ore 15-18

TEATRO Spettacolo - Teatro sociale "All'inizio era il suono" giovedì 4 luglio ore 18.00 Colico, ingresso libero

TEATROTERAPIA - Spontaneità e rito - laboratorio, domenica 7 luglio, ore 10-16 a Colico

TEATRO dimostrazione di lavoro "Il mondo del barone" sabato 13 luglio ore 18.00 Colico, ingresso libero

MOSTRA DI PITTURA a Piona (Colico) dal 27 luglio al 14 agosto

ACCOGLIENZA SULLA VIA FRANCIGENA a Radicofani (Siena) dal 25 agosto al 2 settembre

Teatro come terapia - "AMLETO A LUCI SPENTE" allestimento performance 28 settembre

Presentazione LIBRO “CAMMINARE E SOGNARE” - Serata di immagini e testi – Bari, Bernareggio, Colico, Dervio, Mandello, Monza, Morbegno, Ostuni, Radicofani, Torino

Il viandante, il pittore e il teatrante non si fanno derubare la propria creatività a cui ci tengono molto. Per loro stessa ammissione non hanno molto senno, ma lo vanno cercando, il viandante sul sentiero di Santiago de Compostela e sulla via Francigena verso Roma, il pittore negli smalti colorati spalmati su grandi tele e il teatrante nei gesti improvvisati del corpo esibito. L’invasione di una pluralità di linguaggi dovrebbe spingerli a guardare tutte le cose da un nuovo punto di vista, attraverso le buone  pratiche creative  e di meditazioni sensoriali. Scopriranno così che è possibile la visione dell’insieme delle cose e questo li farà sospettare che forse esiste veramente un anima collettiva.

Torna ai contenuti | Torna al menu